Al Metrò di Nicola Fossaceca

Ristorante Al Metrò

Conosco Nicola dai tempi delle elementari, gli anni dei giochi all’aria aperta e delle festicciole di compleanno.
Devo la ricetta della salsa rosa e di quella tonnata a lui, ricordo benissimo quando me la spiegò: avevamo 8 anni, e lui era intento a preparare tartine; ho ancora in mente ogni singolo passaggio. Era stupefacente, già a quell’età lui creava, elaborava …i suoi giochi erano di gusto, sorprendente a ripensarci ora.

Oggi, da grande, Nicola fa lo chef ed è anche molto quotato. Negli ultimi anni ha avuto diversi e importanti riconoscimenti che hanno premiato la sua passione e soprattutto il suo talento.

Siamo a San Salvo Marina sulla costa adriatica, profondo sud dell’Abruzzo e linea di confine con il Molise.
Dopo aver fatto esperienza nelle cucine di Niko Romito e Mauro Uliassi, Nicola assieme al fratello Antonio (responsabile del servizio in sala e sommelier) decide di recuperare buona parte della pasticceria di famiglia (tutt’oggi attiva in uno spazio dedicato) e dar vita al suo ristorante.

Il locale è semplice, le tonalità bianche conferiscono sobrietà, ma anche un tocco di eleganza.
Il menù è essenziale, e quella proposta è una cucina del territorio, fatta di materia prima locale e ricette rivisitate, arricchite dal tocco creativo del giovane chef.
Assortita e interessante la carta dei vini che dà spazio anche ai vini naturali.

Sono stata al Metrò la settimana scorsa, e da buona abitudinaria, non mi sono fatta mancare quelli che sono i miei piatti preferiti.

Baccalà con panna acida, lime ed erba cipollina

Per iniziare, aperitivo di benvenuto: baccalà con panna acida, lime ed erba cipollina. Sapore morbido e delicato con una punta di acidità, tenera la consistenza.
Si continua con la battuta al coltello di seppie e piselli dalle tinte primaverili e dal gusto avvolgente.

Battuta al coltello di seppie e piselli

Vino in abbinamento: Franciacorta Brut Contadi Castaldi.

Gli antipasti: insalata di mare, mandarino e cetriolo, un piatto fresco e fruttato dalle  note quasi esotiche.

Insalata di mare, mandarino e cetriolo

La triglia in scapece espressa, è scricchiolante al palato e in perfetto equilibrio con la dolcezza del miele e l’acidità dell’aceto.

Triglia in scapece espressa

Le mazzancolle arrosto e cipolle alla liquirizia su letto di patate: una combinazione davvero interessante. Croccante la mazzancolla, morbido il sapore con  il finale “pizzico” di liquirizia che non stona.

Mazzancolle arrosto e cipolle alla liquirizia su letto di patate

Vino in abbinamento: Trebbiano d’Abruzzo Vigna di Capestrano 2009.

Primi: ravioli di ricotta di pecora nel brodetto di crostacei, delicatezza allo stato puro conferita dalla dolcezza della ricotta di pecora.

Ravioli di ricotta di pecora nel brodetto di crostacei

Spaghetti aglio olio peperoncino e frutti di mare, un piatto fatto di morbidezza ed intensità. Il gusto è pieno, pungente con lievi note amare.

Spaghetti aglio olio peperoncino e frutti di mare

Vino in abbinamento: Montepulciano d’Abruzzo Feudo Antico 2008.

In attesa del dolce, una deliziosa crème brûléedai profumi provenzali di lavanda.

Crème brûlée

Dessert: pizza dolce abruzzese scomposta, una rielaborazione originale di un classico della tradizione regionale.

Pizza dolce abruzzese scomposta

Gelato al latte di capra con biscotto al cioccolato sbriciolato e pistacchi. Elegante al palato e  nella presentazione.

Gelato al latte di capra con biscotto al cioccolato sbriciolato e pistacchi

Vino in abbinamento: Moscatello di Castiglione a Casauria Angelucci.

Per concludere caffè accompagnato dalla piccola pasticceria.
Il servizio in sala è efficiente, giusti i tempi d’attesa.
Ottimo il rapporto qualità/prezzo: menù della tradizione a partire da 45 Euro e quello con otto portate da 60 Euro.

La cucina di Nicola emoziona, è spontanea e delicata, senza forzature o costrizioni nelle combinazioni: tutto è in perfetto equilibrio. I suoi piatti sono semplici, ma gustosi ed originali. Alternativi, e allo stesso tempo legati alla tradizione locale e del territorio.



Ristorante Al Metrò – Via F.Magellano, 35
San Salvo Marina (Chieti)
Tel. 0873.803428
Chiuso domenica sera e lunedi

Foto C.Cianci

Annunci

7 risposte a “Al Metrò di Nicola Fossaceca

  1. Bel post: credo che riassuma pienamente le emozioni che si possono provare. Da non perdere soprattutto aglio olio e peperoncino con i frutti di mare e i ravioli di ricotta in brodetto di crostacei: qualcuno li defini’ come la pecora che si tuffa in mare….

  2. “la pecora che si tuffa nel mare” rimarrà memorabile nei secoli! così come la miscelatura di acque 😉

    Nicola mi è piaciuto da morire…ho pensato e ripensato per giorni ai sapori che è stato in grado di creare quel giorno…

    Spero di fargli visita presto!

  3. Pingback: Quando la pecora si tuffa nel mare « Une visite·

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...